Comitato ONU per l’eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale

Il Comitato delle Nazioni Unite per l’eliminazione della discriminazione razziale (CERD) vigila dal 1969 sull’osservanza della Convenzione internazionale sull’eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale (ICERD).

Istituita dal Consiglio federale nel 1995 dopo che la Svizzera ha ratificato la ICERD, la CFR ha il compito di adottare, come richiesto dall’articolo 7 ICERD, misure mirate ed efficaci per lottare contro i pregiudizi che portano alla discriminazione razziale.

La convenzione obbliga gli Stati contraenti a perseguire gli atti di razzismo e a vietare la propaganda razzista, a perseguire una politica tendente ad eliminare ogni forma di discriminazione razziale, a garantire a tutti gli individui la parità di trattamento a prescindere dalla loro origine etnica o nazionale, dal colore della loro pelle o dalla loro religione e a combattere i pregiudizi nell’insegnamento e nell’educazione.

L’attuazione di questi obblighi è controllata mediante rapporti che gli Stati contraenti devono presentare ogni due anni all’organo competente dell’ONU, che, nel caso della ICERD, è appunto il CERD. Composto di 18 esperti indipendenti, questo comitato verifica le informazioni fornite e i progressi illustrati nei rapporti presentati dagli Stati contraenti, richiede il parere di istituzioni nazionali quali la CFR ed esamina il cosiddetto «rapporto ombra» elaborato dalle ONG. La delegazione dello Stato contraente è invitata a un’audizione per prendere posizione sulle critiche del CERD.

Procedura individuale di comunicazione

Con la firma facoltativa all'articolo 14 della Convenzione internazionale sull'eliminazione di ogni forma di discriminazione razziale (ICERD) uno Stato contraente può approvare la procedura individuale di comunicazione. La Svizzera ha ratificato l’articolo 14 nel giugno del 2003, un passo per il quale si era battuta anche la CFR. Singole persone o gruppi di persone svizzere che ritengono di essere vittima di discriminazioni razziali possono così rivolgersi al Comitato delle Nazioni Unite per l’eliminazione della discriminazione razziale (CERD).

Conferenza delle Nazioni Unite contro il razzismo, la discriminazione razziale, la xenofobia e l’intolleranza

Nel 2001 ha avuto luogo a Durban, in Sudafrica, la terza Conferenza delle Nazioni Unite contro il razzismo, la discriminazione razziale, la xenofobia e l’intolleranza, alla quale ha partecipato anche la CFR. Diversi membri della commissione hanno inoltre fatto parte della delegazione svizzera.

Inizio paginaUltima modifica: 17.12.2018