Strategia

I temi di cui si occupa la CFR sono impostati sul lungo termine, per cui determinate attività possono estendersi su un periodo di diversi anni. Tra queste rientrano le analisi e gli studi, l’elaborazione di raccomandazioni e la sensibilizzazione dei diversi attori e partner. 

La CFR è attiva nei seguenti campi:

  •  prevenzione e sensibilizzazione;
  • analisi e ricerca;
  • Informazione, comunicazione e consulenza;
  • raccomandazioni, pareri e supervisione;
  • monitoraggio.

La CFR collabora con diversi partner, quali il Servizio per la lotta al razzismo (SLR), la Commissione federale della migrazione, i delegati comunali, cantonali e regionali all’integrazione e le conferenze intercantonali (CDPE, CDDGP, CDOS, COSAS ecc.).

Altri interlocutori importanti sono i partiti politici, gli organi d’informazione, i rappresentanti dei lavoratori e dei datori di lavoro, le federazioni sportive e tutte le istituzioni e le associazioni attive nella lotta al razzismo e alla discriminazione. La CFR collabora con le scuole universitarie e si rivolge a esperti per l’elaborazione di perizie scientifiche su temi specifici.

Priorità strategiche 2016–2019

1. Sensibilizzazione dei partiti politici e degli organi d’informazione

La posizione dei partiti politici e dei loro esponenti influisce in modo incisivo sull’opinione pubblica. Lo stesso vale per i servizi giornalistici degli organi d’informazione, sia quelli in formato cartaceo che in versione elettronica. Rientra pertanto nel lavoro di prevenzione del razzismo e della discriminazione razziale richiamare e sensibilizzare i politici e i giornalisti alla loro responsabilità etico-professionale nella lotta al razzismo e vigilare su un clima di fiducia e di rispetto reciproci nell’esercizio della libertà d’espressione e nei dibattiti. La CFR s’impegna in favore di un’informazione differenziata da parte degli organi d’informazione.

2. Lotta ai discorsi d’odio e alla discriminazione razziale in Internet e nei social media

La campagna «Svizzera variopinta», realizzata dalla CFR nel 2015 in occasione del ventennale della sua istituzione, ha permesso di intensificare la lotta ai discorsi d’odio e alla discriminazione razziale in Internet e nei social media e di sviluppare materiali didattici e nuovi strumenti pedagogici contro questo fenomeno. Dopo la campagna, la CFR ha proseguito il suo impegno contro l’istigazione all’odio e la discriminazione razziale in Internet e nei social media in collaborazione con diversi partner.

3. Raccomandazioni della CFR in ambiti sensibili

La prevenzione del razzismo presuppone l’identificazione e la promozione di buone pratiche, ossia di approcci pratici e possibilità d’intervento che promettono buoni risultati.

4. Consulenza e monitoraggio

La CFR si adopera per il rafforzamento della Rete di consulenza per le vittime del razzismo, in particolare per la standardizzazione e la garanzia della qualità delle procedure di consulenza e di rilevazione dei casi in stretta collaborazione con le ONG e i servizi cantonali e comunali che operano sul terreno. La CFR censisce in una banca dati le decisioni e le sentenze emesse dal 1995 dai diversi organi giudiziari in applicazione della norma penale contro la discriminazione razziale.

Inizio paginaUltima modifica: 19.03.2019