Diritto d'asilo e degli stranieri

18.1069 – Impedire il ritorno dei jihadisti (Interrogazione Rösti)  nuovo

Nella sessione di settembre il Consiglio nazionale ha trasmesso la mozione del Gruppo UDC 16.3673 (Provvedimenti nei confronti delle persone che costituiscono una minaccia per lo Stato).
Considerando che con la sconfitta dell'IS diversi jihadisti intendono tornare in Svizzera, il Consiglio federale è disposto, a complemento della mozione summenzionata, ad adottare rapidamente provvedimenti e a sottoporre al Parlamento le modifiche necessarie per impedire questi rientri e, qualora avvenissero lo stesso, per garantire una detenzione prolungata di queste persone?
Il Consiglio federale potrebbe ipotizzare, come misura in questi casi, la revoca della cittadinanza svizzera per i jihadisti con la doppia cittadinanza come pure l'arresto immediato e il successivo internamento degli Svizzeri di ritorno?

18.3930 – Modifica della Convenzione sullo statuto dei rifugiati del 1951 (Postulato Müller)  nuovo

Il Consiglio federale è incaricato di redigere un rapporto sul diritto dell'asilo nell'ottica di una revisione della Convenzione di Ginevra sullo statuto dei rifugiati del 1951, che deve essere adeguata alle esigenze del nostro tempo.
Tra l'altro, i motivi di fuga devono essere adattati in modo tale da escludere motivi economici, il rifiuto di prestare servizio militare e motivi insorti dopo la fuga e creati al fine di ricevere l'asilo. Devono essere introdotti i requisiti di integrazione e di comportamento nello Stato ospite, nonché il divieto di libera scelta dello Stato di asilo.
L'obiettivo della relazione è incoraggiare la comunità internazionale a rivedere la Convenzione sullo statuto dei rifugiati.

18.3907 – Dove si trovano alcuni «richiedenti l’asilo» autori di reati? (Interpellanza Glarner)  nuovo

Nel 2015 nel centro d'asilo di Bremgarten AG vari "richiedenti l'asilo" si sono distinti per un comportamento alquanto renitente, violento e criminale, distruggendo parti dell'alloggio. Nella maggior parte dei casi è stato necessario sollecitare, oltre alle forze presenti, anche agenti di polizia e sanitari.
Invito il Consiglio federale a indicare l'attuale residenza di questi "richiedenti l'asilo" e lo statuto che hanno ottenuto nel frattempo

18.3170 Disciplinare in maniera efficace i richiedenti l’asilo non cooperativi (Mozione Imark)

Il Consiglio federale è incaricato di creare le basi legali che permettono di disciplinare in maniera efficace i richiedenti l'asilo minorenni non cooperativi.

18.3005 Per una legislazione coerente in materia di

Il Consiglio federale è incaricato, ai sensi di una legislazione coerente in materia di "sans papiers", di proporre misure e adeguamenti legislativi per esempio nei seguenti settori:
limitare il diritto ad affiliarsi alle assicurazioni sociali e a percepire le relative prestazioni (segnatamente AVS e assicurazione malattie) alle persone con uno statuto di soggiorno regolarizzato; sono fatte salve le convenzioni di sicurezza sociale.

18.3002 Adeguamenti mirati dello statuto degli stranieri ammessi a titolo provvisorio (Mozione Commissione delle istituzioni politiche CS)

L'attuale statuto degli stranieri ammessi a titolo provvisorio è mantenuto nelle grandi linee. Il Consiglio federale è incaricato di presentare un disegno di legge che adegui in modo mirato detto statuto. L'obiettivo consiste nell'eliminare gli ostacoli maggiori all'integrazione nel mercato del lavoro delle persone che rimangono in Svizzera a lungo termine.
Si tratta in particolare di esaminare:
- la modifica della nozione di "ammissione provvisoria";
- le agevolazioni in caso di cambio di Cantone per l'esercizio di un'attività lucrativa.

18.3216 Attuazione delle raccomandazioni formulate nel rapporto finale del Comitato per i diritti del fanciullo delle Nazioni Unite (Interpellanza Töngi)

La prassi di svariati Cantoni è contraria alle raccomandazioni formulate dalla Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali delle opere sociali (CDOS), che caldeggiano la maggior autoresponsabilità possibile in ambiti della vita pratica, quali il cucinare, il coinvolgimento dei giovani nelle questioni riguardanti l'alloggio e un sufficiente numero di persone preposte all'assistenza. Nel rapporto finale del 4 febbraio 2015 sulla Convenzione sui diritti del fanciullo, il Comitato per i diritti del fanciullo delle Nazioni Unite ha criticato vari ambiti. Ha in particolare chiesto di istituire un organo indipendente per controllare i diritti dei minori, di definire le procedure su cui le competenti autorità possono fondarsi nel determinare l'interesse superiore del fanciullo in tutti gli ambiti, di potenziare il diritto dei minori di esprimersi liberamente in merito alle questioni che li concernono come pure di garantire che la procedura d'asilo tenga interamente conto delle esigenze specifiche dei minori.

18.3252 Raccomandazioni del Servizio delle attività informative della Confederazione concernenti il rigetto di domande di asilo/minaccia terroristica (Interpellanza Keller-Inhelder)

Secondo quanto riportato nel Rapporto di gestione del Consiglio federale 2017, l'anno scorso il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) ha raccomandato di rigettare, per importanti ragioni di sicurezza, 38 domande di asilo e 7 domande di naturalizzazione.

Segue in breve.

17.500 Espellere i criminali stranieri! L'iniziativa sull'espulsione deve essere applicata anche ai cittadini dell'UE (Iniziativa parlamentare Gruppo dell’UDC)

L’iniziativa chiede che le disposizioni degli articoli 66a e seguenti del Codice penale (Espulsione) vengano completate con una disposizione che precisi che le disposizioni sull'espulsione dal territorio svizzero si applicano anche ai cittadini degli Stati membri dell'Unione europea.

17.4219 Proteggere le persone pericolose oppure la popolazione svizzera? (Interpellanza Keller-Inhelder)

Le espulsioni da disporre non sono pronunciate poiché certe persone potenzialmente pericolose rischiano di essere torturate nel Paese di provenienza. L’interpellanza vorrebbe sapere tra l’altro chi determina se la decisione deve essere presa in favore della persona da espellere o della popolazione svizzera.

17.3931 Evoluzione dei reati violenti e dei reati sessuali commessi da immigrati (Interpellanza Steinemann)

Nei primi sei mesi del 2017 il numero delle denunce sporte per violenza carnale in Baviera è cresciuto del 48 per cento e i reati imputati agli immigrati sono aumentati, secondo il ministro dell'interno del Land tedesco, del 91 per cento. L’interpellanza vorrebbe sapere tra altro, quali cifre si registrano in Svizzera in quest'ambito.

17.3832 Nessun visto d’entrata per Algerini fintanto che l’Algeria non riprenderà i propri cittadini (Mozione Aeschi)

Secondo l'autore della mozione, la Svizzera non dovrebbe più rilasciare visti d'entrata ad Algerini fintanto che l'Algeria non riprenderà i propri cittadini.

17.3465 Nazionalità degli islamisti sorvegliati dal Servizio delle attività informative (Interpellanza Steinemann)

Sempre più cittadini sono attenzionati dalle autorità preposte alla sicurezza. Se nel 2014 le persone registrate presso il SIC erano 290 e nel 2015 si era già saliti a quota 400, alla fine del 2016 se ne contavano 497. L’interpellanza vorrebbe sapere tra l’altro, quali sono le nazionalità dei soggetti pericolosi.

17.3390 Centri di internamento per stranieri respinti (Mozione Gruppo dell'Unione democratica di Centro)

Una parte dei stranieri che dovrebbero lasciare la Svizzera in ragione di un'espulsione o di una domanda d'asilo respinta si rendono irreperibili oppure restano nel Paese, spesso perché l'esecuzione dell'allontanamento è inammissibile o impossibile. In futuro queste persone andrebbero collocate in centri di internamento per incentivare le partenze volontarie.

17. 424 Termine dell'asilo per chi si reca nel Paese di provenienza (Iniziativa parlamentare Rutz)

L’iniziativa chiede che l'articolo 64 capoverso 1 della legge sull'asilo (LAsi) venga modificato integrandovi la seguente lettera:“f. il rifugiato si è recato volontariamente nello Stato in cui afferma di aver subito le persecuzioni.”

17.418 Vietare i viaggi all'estero ai richiedenti l'asilo, alle persone ammesse provvisoriamente e ai rifugiati riconosciuti (Iniziativa parlamentare Hess)

L’iniziativa chiede che ai richiedenti l'asilo, alle persone ammesse provvisoriamente e ai rifugiati riconosciuti non sia consentito lasciare la Svizzera.

17.423 Obbligo di collaborare dei richiedenti l'asilo e possibilità di controllare i loro cellulari (Iniziativa parlamentare Rutz)

L’iniziativa chiede di modificare gli articoli 8 segg. della legge sull'asilo (LAsi, RS 142.31) in modo tale che gli obblighi di collaborazione dei richiedenti l'asilo o i poteri di perquisizione e sequestro delle autorità competenti includano anche il diritto di controllare i telefoni cellulari e i computer.

17.414 La clandestinità non è un caso di rigore (Iniziativa parlamentare Gruppo dell'Unione democratica di Centro)

L’iniziativa chiede di modificare come segue l'articolo 30 capoverso 2 della legge sugli stranieri (LStr): "Il Consiglio federale disciplina la procedura". I criteri dovranno essere definiti direttamente nella legge mediante un nuovo articolo 30bis

17.3066 Aiuti sociali percepiti da migranti inviati nei paesi d'origine: fare chiarezza ed agire di conseguenza (Postulato Quadri)

Il Consiglio federale è incaricato di presentare un rapporto sui 17 miliardi di franchi che annualmente vengono trasferiti nel paese d'origine da migranti, al fine di chiarire quale parte di questa somma proviene da aiuti sociali percepiti in Svizzera.

17.3099 Permessi di soggiorno accordati ai clandestini: sospendere la prassi ginevrina (Mozione Gruppo dell'Unione democratica di Centro)

Ginevra ha iniziato ad accordare permessi di soggiorno a un certo numero di stranieri che soggiornano illegalmente in questo Cantone fondandosi, con il beneplacito del Consiglio federale, sull'articolo 30 della legge sugli stranieri (LStr). L'UDC ha depositato un'iniziativa parlamentare che chiede una modifica dell'articolo 30 LStr.

16.3565 - Sospensione della procedura in una situazione d’asilo straordinaria (Mozione Glarner)

La mozione chiede che il Consiglio federale sia incaricato di sospendere le procedure d'asilo delle persone provenienti da Paesi sicuri da persecuzioni ("Safe Countries") e da Paesi con una bassa quota di riconoscimento (poiché, secondo la mozione, “in tali casi è palese che non sussistono motivi d'asilo”) non appena il numero delle nuove domande d'asilo supera i 4000 al mese.

16.3592 - Inasprimento della prassi d’asilo per l’Eritrea (Mozione Burgherr)

Il Consiglio federale è incaricato di inasprire la prassi in materia di concessione dello statuto di rifugiato e di ammissione provvisoria finora applicata ai cittadini eritrei. In particolare, conformemente alle pertinenti basi legali il rifiuto di prestare servizio militare non deve più essere riconosciuto come motivo d'asilo.

16.3550 - Revoca del titolo di soggiorno alle persone che rifiutano di integrarsi (Mozione Wobmann)

La mozione chiede che il Consiglio federale istituisca le basi legali che consentano di negare, su richiesta del Comune, la proroga del titolo di soggiorno agli stranieri che violano gravemente gli usi e costumi svizzeri, rifiutandosi attivamente di integrarsi.

16.307 - Modifica della legge sugli stranieri. Il diritto vigente in materia di integrazione, aiuto sociale, obblighi scolastici e provvedimenti penali dev’essere applicato in modo più vincolante (Iniziativa cantonale San Gallo)

L’iniziativa chiede che ai cittadini non-UE/AELS sia rilasciato e prorogato un permesso di dimora o di domicilio soltanto se osservano un accordo d'integrazione con criteri chiaramente misurabili che va concluso obbligatoriamente.

16.403 - Parità di trattamento in materia di ricongiungimento familiare per le persone bisognose di protezione e le persone ammesse provvisoriamente (Iniziativa parlamentare Müller)

L’iniziativa chiede che siano modificate le basi legali in modo che il ricongiungimento familiare delle persone bisognose di protezione conformemente all'articolo 4 della legge sull'asilo (Lasi) sia disciplinato come per le persone ammesse provvisoriamente. Il sistema di asilo ne risulterebbe sgravato e l'applicazione dello statuto S agevolato.

15.3803 - Nessun viaggio inopportuno all'estero per richiedenti l'asilo ammessi in Svizzera (Mozione Müller)

Il Consiglio federale è incaricato di adottare le misure necessarie per prevedere un divieto generale di viaggiare nei confronti dei richiedenti l'asilo ammessi in Svizzera che non hanno espressamente il diritto di ottenere un titolo di viaggio secondo l'articolo 28 della Convenzione sullo statuto dei rifugiati.

15.3844 - Nessun viaggio all’estero per richiedenti l’asilo e persone ammesse provvisoriamente (Mozione Flückiger-Bäni)

Il Consiglio federale è incaricato di provvedere affinché i richiedenti l'asilo e le persone ammesse provvisoriamente non siano in linea di principio più autorizzati a viaggiare all'estero.

15.3953 - Nessun viaggio nel Paese d'origine per le persone ammesse provvisoriamente (Mozione Pfister)

Il Consiglio federale è incaricato di adeguare le basi legali al fine di vietare in generale alle persone ammesse provvisoriamente di recarsi nel Paese d'origine.